PROTESI

donna con protesi dentale, sorriso

La protesi dentaria è quella branca dell’odontoiatria che si occupa della progettazione e costruzione di protesi; quest’ultima consiste in un manufatto utilizzato per rimpiazzare la dentatura originaria persa o compromessa per motivi funzionali e/o estetici.
Passione e precisione sono le peculiarità che ci caratterizzano nell’affrontare con le più moderne tecnologie ogni tipo di intervento.
Indispensabile è il supporto del laboratorio odontotecnico con cui collaboriamo, dotato di strumentazioni all’avanguardia e di notevole competenza e professionalità di tutti i componenti del team odontotecnico.
La protesi si divide in due grosse categorie:

La PROTESI MOBILE riguarda ogni tipo di apparecchio rimovibile, dalla protesi totale (dentiera), agli scheletrati (particolari protesi parziali rinforzate da uno “scheletro” di metallo e agganciate ai denti residui), fino alle protesi mobili parziali provvisorie, che vengono di solito utilizzate per la sostituzione immediata di elementi estratti, in attesa della guarigione dei tessuti.

 

LA PROTESI FISSA sostituisce gli elementi dentari con dei manufatti che non possono essere rimossi dal paziente. Tali elementi se si ancorano sulla parte visibile del dente vengono definiti corone, se poggiano sui denti adiacenti (opportunamente limati) ponti e se sono inseriti su impianti posizionati nell’osso sono definite protesi su impianti.

 

Può essere realizzata con diversi materiali:
la resina(plastica) che viene confezionata nei colori più simili ai denti naturali, è utilizzata normalmente per i provvisori, cioè per quelle protesi fisse posizionate in bocca per un periodo di tempo limitato, o per motivi diagnostici e di verifica, o per il tempo necessario all’odontotecnico per la costruzione degli elementi definitivi.
La ceramica costituisce il materiale di scelta principale per qualsiasi tipo di restauro protesico poiché possiede caratteristiche di estetica, durezza, trasparenza e levigatezza, che la rendono molto simile ai denti naturali. 

Quali materiali si usano in odontoiatria estetica?
Uno degli elementi fondamentali che hanno contribuito all’evoluzione dell’attuale terapia odontoiatrica ricostruttiva è costituito dall’introduzione dei nuovi materiali ceramici privi di metallo caratterizzati da un elevato livello di estetica e di biocompatibilità.
Questi materiali sono principalmente rappresentati dalla zirconia e dal disilicato di litio.

La zirconia presenta un livello di resistenza molto elevato ed è particolarmente adatta alla realizzazione di ponti sia su denti che su impianti. Tra i vantaggi di questo materiale vi sono l’assenza del grigio tipico dei tradizionali restauri in metallo-ceramica ed un’elevata biocompatibilità, grazie anche alla limitata adesione batterica di superficie.

 

Stai cercando uno Studio Dentistico a Napoli?
Richiedi una visita gratuita, contattaci:

Richiedi informazioni

Contattaci per una consulenza, comunicaci delle tue esigenze e fissa un appuntamento per parlare direttamente con i nostri professionisti e trovare la migliore soluzione per la salute dei tuoi denti